Perchè mi sono candidato

Gli oltre 11 milioni di Cittadini che il 4 Marzo 2018 hanno votato il MoVimento 5 Stelle hanno chiesto una sola cosa: #il Cambiamento.

In 5 anni di consiliatura tra i banchi dell’ opposizione, ho dimostrato di saper svolgere il mio ruolo in modo diligente e preparato, e per questo motivo mi propongo per la carica di Sindaco.

Siamo solo all’inizio, ed il percorso da fare sarà lungo, ed i cittadini si aspettano risposte concrete ed immediate, e non sterili inaugurazioni fatte per glorificare l’immagine del Sindaco.. Anche il tuo voto sarà importante, e il 26 Maggio 2019 puoi lasciare un segno!

simone Lunardi Intera

Sono nato a Lucca 47 anni fa, sono sposato ed ho due figlie. Ho conseguito nel 1992 il Diploma di Perito Ragioniere, e nell’anno accademico 2011 il Diploma di Laurea magistrale in Economia, come studente lavoratore.

Dal 1995, dopo aver svolto il servizio di leva nell’Areonautica Militare, sono impiegato stabilmente presso il Gruppo Enel. Dal 2012 sono stato assegnato al settore autoparco, dove mi occupo prevalentemente del rinnovo dei mezzi operativi che compongono la flotta aziendale di tutte le società del Gruppo Enel. Nel corso degli anni sono stato impiegato in attività di esazione crediti arretrati, cassa, contabilità generale e contabilità fornitori. Dal 2015 faccio parte dell’area “Supporto Operativo” e mi occupo prevalentemente di contabilizzazione ristorazione, gestione documentale, ingegneria lavori.

Dal mese di Maggio del 2014 ricopro il ruolo di Consigliere Comunale, dai banchi dell’opposizione, per il MoVimento 5 Stelle, nel Comune di Capannori.

Il MoVimento 5 Stelle a Capannori

Domenica 26 Maggio 2019 si voterà per eleggere il sindaco del Comune di Capannori.
Il Movimento 5 Stelle è pronto a raccogliere la sfida per portare all’interno del Comune le richieste dei cittadini, per questo proponiamo per la carica di sindaco il consigliere comunale uscente Simone Lunardi che ha dimostrato di saper svolgere in modo diligente e preparato il proprio ruolo.
Siamo solo all’inizio ed il percorso da fare sarà lungo ma siamo partiti con il piede giusto, affidandoci ad una persona seria, preparata e consapevole del ruolo da ricoprire, per il quale serve azione, risposte concrete ed immediate e non sterili inaugurazioni fatte per glorificare l’immagine del Sindaco.   

 

Pre-requisiti ed impegni del Sindaco e dei Candidati al Consiglio Comunale

Prerequisiti

Non avere esercitato più di un mandato per una carica politica elettiva
Non essere stato candidato in liste che hanno concorso contro il Movimento 5 Stelle
Non avere tessere di partito
Non essere iscritto alla massoneria
Essere incensurati (visura del Casellario Giudiziario vuota)
Essere residenti nel Comune di Capannori

Impegni in caso di elezioni

Tutte le decisioni su Capannori saranno prese a Capannori: gli eletti rispondono solo al programma, ai cittadini ed alla loro coscienza, senza ingerenze da parte di segreterie o direttivi ad un “livello superiore”.
Incontri periodici con i cittadini, con i comitati ed associazioni per valutare proposte, idee e soluzioni da portare in consiglio.
Report annuale delle attività svolte e dei risultati conseguiti.

SICUREZZA E TERRITORIO

Assunzione di 20 agenti di Polizia Municipale per garantire un servizio H24 7 giorni su 7 ed una omogenea distribuzione sul territorio, nonché assunzione di 20 operai cantonieri per la manutenzione ordinaria, giornaliera e costante del patrimonio comunale come strade, scuole, verde pubblico e cimiteri.

OPERE PUBBLICHE COMUNALI

Estensione della rete della pubblica fognatura, dell’acquedotto, del metano e messa in sicurezza del patrimonio pubblico.
Piano straordinario per l’abbattimento delle barriere architettoniche, potenziamento della pubblica illuminazione.
Creazione all’interno dell’amministrazione di un unico ufficio per la progettazione delle opere pubbliche, allo scopo di evitare la dispersione delle risorse economiche in consulenze esterne.

INCENTIVI PUBBLICI

Incentivi economici per la realizzazione di impianti fotovoltaici di piccole dimensioni da 2Kw a 10Kw (50% già finanziato dallo stato) con una quota del 30% a carico del comune (con un contributo massimo di 3.000,00 euro ad impianto), in modo da rendere l’intervento
sostenibile economicamente con il solo pagamento di fatto del 20% del totale. Dotazione del fondo annuale 250.000 euro.

Incentivi per l’acquisto di auto ecologiche, nonchè per l’acquisto di biciclette elettriche:

1) incentivo di 3.000,00 euro in aggiunta al contributo statale di 6.000,00 euro, per auto da 0 a 20 g/km di CO2, con rottamazione;
2) incentivo di 1.250,00 euro in aggiunta al contributo statale di 2.500,00 euro, per auto da 21 a 70 g/km di CO2, con rottamazione;
3) incentivo acquisto di veicolo monovolante (metano), contributo di 2.000,00 euro;
4) incentivo di 1.500,00 euro per la sola rottamazione di auto Euro 1, 2, 3, 4, senza acquisto di nessun veicolo;
Dotazione del fondo annuale 250.000 euro.

Abbattimento della pressione fiscale per i negozi (categoria catastale C1 – negozi e botteghe), per gli artigiani e piccoli imprenditori, (categoria catastale C3 – laboratori per arti e mestieri), nonchè per i fabbricati inseriti nelle ulteriori categorie catastali D1, D2, D3, D7 e D10.

BASTA SPRECHI!

Diciamo basta allo spreco delle risorse pubbliche in progetti faraonici ed in assunzioni inutili come il numeroso staff del Sindaco che assorbe risorse che, al contrario, verranno interamente destinate alla cittadinanza. Fermeremo, inoltre, il continuo “appaltificio” alle solite cooperative.

INFRASTRUTTURE SOVRACOMUNALI

Intendiamo realizzare la nuova caserma ed il comando dei Vigili del Fuoco e il nuovo carcere di Lucca, in accordo con il ministero dell’interno e il ministero della giustizia.

Assi Viari e sistema tangenziale Lucchese: ribadiamo in questo programma quanto già sostenuto nel precedente programma del 2014. NO agli assi viari così come concepiti da Anas. Intendiamo utilizzare l’autostrada esistente, promuovendo la realizzazione del casello di Mugnano, favorendo un accordo con il Comune di Lucca ed il collegamento diretto del casello stesso con l’Ospedale San Luca.
A chi oggi si straccia le vesti per il progetto predisposto da Anas, diciamo che è tardi per rifarsi una verginità in vista delle elezioni comunali. Sia per chi il sindaco l’ha fatto in questi ultimi 5 anni, sia per chi si è candidato a farlo, ma in 5 anni mai ha speso una parola
per contrastare questo scempio. Uno scempio economico (costo stimato 270 milioni di euro) ed uno scempio ambientale. Gli altri diranno che non si può fare, che non ci sono i soldi e che è solo propaganda. Sono balle. La verità è che insieme ai cittadini possiamo realizzare qualsiasi impresa, anche grazie a te che ci sostieni, ma la vera sfida inizia adesso. Naturalmente questi primi 5 punti non rappresentano l’unica azione amministrativa per i prossimi 5 anni. Ecco gli ulteriori impegni che intendiamo prenderci nei confronti della cittadinanza.

AZIENDE PARTECIPATE E FONDAZIONI

Intendiamo utlizzare i vostri soldi in maniera onesta e prudenziale, per cui usciremo dai seguenti enti e/o partecipate non ritenute funzionali all’attività comunale:

– Lucense, recesso
– Fondazione Palazzo Boccella, recesso
– Reti Ambiente, recesso e trasformazione della società Capannori Servizi in una multiutility per l’erogazione del servizio idrico integrato
ed igiene del territorio

PATRIMONIO IMMOBILIARE IN USO AL COMUNE

Puntuale verifica del patrimonio in uso agli uffici comunali, razionalizzazione dello stesso e dismissione degli eventuali affitti passivi.
Acquisizione al patrimonio pubblico dell’azienda Agricola Lago della Gherardesca e dei cespiti del fallimento dell’ex Ce.Se.CA. Puntuale verifica degli immobili in proprietà comunale non utilizzati a fini istituzionali ed analisi della possibilità di permuta o recupero a fini sociali.
Realizzazione nella frazione di Castelvecchio di Compito di uno sportello comunale decentrato e contestuale trasferimento del distretto socio sanitario di San Leonardo in Treponzio.
Realizzazione nella frazione di Guamo/Coselli di uno sportello comunale decentrato. Dismissione dello sportello del cittadino di San Leonardo in Treponzio e messa a disposizione dell’intero stabile al Corpo dei Carabinieri Forestali.

URBANISTICA E AMBIENTE

Applicazione del principio consumo zero del territorio, favorendo un puntuale recupero, rigenerazione e ristrutturazione del tessuto edilizio già presente. Revisione dello strumento urbanistico vigente secondo le indicazioni sopra esposte ed individuazione di procedure burocratiche snelle e certe, con univoca interpretazione delle norme tecniche.
Creazione di un fondo annuale da 250.000 euro per incentivare la rimozione dei manufatti in cemento amianto.
Applicazione di quanto contenuto nella Legge n.10 del 14 Gennaio 2013 che modifica la precedente Legge Cossiga-Andreotti n.113 del 29 Gennaio 1992, ovvero la piantumazione di un albero per ogni nato, mediante la creazione di un fondo annuale di 250.000 euro.
Applicazione del decreto interministeriale per la “Mobilità sostenibile nelle aree urbane” del 27 Marzo 1998 mediante la creazione di una cabina di regia per l’effettiva applicazione della normativa, ad oggi completamente disattesa dalle amministrazioni locali e dalle attività produttive interessate.

BILANCIO

Gestione trasparente delle entrate, evitando qualsiasi forma di spreco ed avvicinamento della cittadinanza alla comprensione del bilancio comunale e di come vengono spese le risorse. Per fare questo intendiamo dare attuazione al progetto Bilancio Civico, creato e diffuso dall’ Associazione di Promozione Sociale Redde Rationem di Castelfranco di Sotto (PI).

TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE ATTIVA

La democrazia basata sulla delega ai politici è imperfetta in quanto concentra troppo potere decisionale nelle mani di poche persone.
Il MoVimento 5 Stelle si propone di introdurre strumenti di partecipazione diretta che coinvolgano i cittadini a prendere direttamente alcune decisioni e di avere strumenti di controllo sull’operato degli amministratori.
Ci faremo promotori:

• dell’utilizzazione del concorso di idee e del concorso di progettazione per individuare le soluzioni migliori per risolvere le criticità del territorio;
• dell’introduzione del referendum senza quorum;
• di ridurre il conflitto tra le scelte dell’amministrazione e la cittadinanza;
• di effettuare assemblee pubbliche per analizzare e condividere, con i cittadini, i progetti ed i lavori in corso;
• di effettuare i consigli comunali il sabato mattina per favorire la partecipazione della cittadinanza.

SPORT, IMPIANTI SPORTIVI E PREVENZIONE

Puntuale ammodernamento degli impianti sportivi esistenti, riqualificazione energetica degli stessi e promozione dell’attività sportiva in generale, mediante l’istituzione di un fondo comunale di 250.000 euro a copertura del 50% del costo mensile (massimo 100 euro di contributo a persona al mese) per l’accesso a strutture sportive/corsi sportivi.
Installazione dei dispositivi DAE (defibrillatori) in ogni impianto sportivo comunale e presso le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale.

SOSTEGNO ALLE IMPRESE

Costituzione di un ufficio interno all’amministrazione per fornire assistenza e consulenza per il MICROCREDITO e SOS EQUITALIA/ AGENZIA RISCOSSIONE.

CULTURA E PROMOZIONE SOCIALE

La Cultura è il principale strumento di crescita e sviluppo della società civile, in quanto insieme delle conoscenze e delle competenze necessarie ad ogni individuo per una piena e vera crescita sociale.
Per fare questo intendiamo:
• ridefinire e razionalizzare le manifestazioni sul nostro territorio, valorizzando quelle ritenute maggiormente strategiche per renderle un
fattore di sviluppo turistico ed economico, assicurando allo scopo il miglior livello di promozione;
• tutelare e valorizzare enti, associazioni ed operatori nelle loro competenze e progettualità;
• previsione di bandi per contributi ad associazioni ed enti culturali su progetti specifici, ed intese pluriennali per progetti e manifestazioni di più ampio respiro, con relativa pianificazione e co-finanziamento;
• rivalutazione delle professionalità interne al comune e delle risorse umane del comparto culturale del territorio.

Non c’è crescita culturale nè sociale se non vi sono le giuste dotazioni scolastiche a disposizione degli utenti. Oltre al consueto ammodernamento delle strutture scolastiche, alla loro riqualificazione energetica ed all’installazione massiva di impianti fotovoltaici, ci
facciamo promotori di mettere a disposizione delle istituzioni scolastiche le risorse economiche (dotazione standard annuale di 250.000 euro) per l’acquisto di attrezzature e materiale di consumo.
Cercheremo, altresì, di co-finanziare la dotazione standard annuale, coinvolgendo le imprese del territorio con donazioni ad hoc.

TURISMO

Il Movimento 5 Stelle intende realizzare nel territorio comunale un’economia a misura d’uomo, riducendo gli sprechi e l’impatto ambientale. Riteniamo che questo sforzo vada fatto anche in un settore particolarmente sensibile alle tematiche ambientali, come il turismo. Riteniamo fondamentale procedere al recupero del patrimonio edilizio anche in una ottica di accoglienza turistica, sia incentivando le ristrutturazioni che abbiano finalità ricettive, secondo il modello del cosiddetto albergo diffuso. Il nostro territorio verrà salvaguardato e riqualificato, puntando con decisione alla vocazione turistica e valorizzando la nostra storia, l’ambiente e la cultura.

AGRICOLTURA

• Incentivazione dell’imprenditoria agricola giovanile;
• Disincentivazione produzione agricola per esclusive finalità energetiche (per combustione);
• Adozione di un marchio di filiera locale che identifichi i prodotti agricoli/agroalimentari a km zero, mediante il coinvolgimento dei produttori locali e relative associazioni di categoria;
• Sostenere l’introduzione di colture parallele e/o sostitutive a quelle tradizionali, in modo da diversificare i rischi dovuti ai cambiamenti climatici;
• Eliminazione nella filiera agricola e nelle attività di manutenzione del verde pubblico dei diserbanti chimici a base di “Glisofato” e a base di “Ammonio-Glufosinato”.

PROGETTO RIFIUTI ZERO

Come indicato nel capitolo Aziende Partecipate, intendiamo recedere dalla partecipazione in Reti Ambiente, controllante di Ascit Servizi Ambientali che sul territorio comunale svolge il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti urbani ed assimilati. In questi anni di consiliatura ci siamo resi conto della disorganizzazione del servizio, soprattutto in 2 macro aree:

1) l’organizzazione ed effettuazione del servizio alle utenze;
2) la fatturazione dei servizi svolti e la rendicontazione degli stessi.

Analizzando le 2 macro aree ci siamo accorti che Ascit Servizi Ambientali Spa, negli anni, ha effettuato una fatturazione che era in contrasto con quanto stabilito dai regolamenti comunali e dalle schede di servizio, ovvero il servizio stesso è stato effettuato in contrasto con quanto indicato nel disciplinare di incarico. Per consentire quindi, una effettiva attuazione del progetto “rifiuti zero” (la non realizzazione di discariche ed inceneritori sul territorio e la creazione di una filiera locale della materia prima seconda con il contestuale abbassamento del costo del servizio, ovvero la Tia/Tari), siamo intenzionati a far gestire agli uffici comunali la parte amministrativa del servizio consistente nella fatturazione, l’iscrizione a ruolo, la verifica della corretta applicazione della tariffa all’effettiva attività esercitata ed una generale verifica delle superfici oggetto di tassazione.
Avere banche dati aggiornate consente di far pagare a tutti il servizio e di conseguenza abbattere il costo pro capite. Intendiamo affidare alla multiutility di nuova istituzione la sola effettuazione ed organizzazione del servizio di raccolta che dovrà essere calibrato sulle effettive necessità del territorio.
Nel caso in cui l’uscita da Reti Ambiente non possa avvenire, ci faremo comunque promotori della gestione amministrativa interna, come sopra esposta. Chi inquina di più è giusto che paghi di più rispetto a chi, in questi anni, in modo diligente ha conferito correttamente i rifiuti, ma soprattutto, ha sempre pagato quanto richiesto in fattura.

I miei Candidati, la mia Squadra

Fabiano Ricci, 47 anni
Angelica Nieri, 52 anni
Sergio Raul Dell’Osso, 55 anni
Giuseppe Barone, 69 anni
Alessandra Pecchia, 70 anni
Giovambattista Giambastiani, 51 anni
Maria Assunta Boschi, 51 anni
Gabriele Sani, 43 anni

Antonio Egidio Tomei, 67 anni
Mauro Paoletti, 50 anni
Tiziana Di Ricco, 54 anni
Matteo Mencarini, 23 anni
Maria Cristina Franceschini, 50 anni
Franco Lombardi, 61 anni
Sandro Intotero, 50 anni

Rosa Pellegrini, 53 anni
Sayonara Melusina Bertolucci, 34 anni
Michelpina Ladu, 45 anni
Fabrizio Bonino, 55 anni
Daniela Andreucci, 55 anni
Antonella Monticelli, 60 anni
Paola Melani, 57 anni

Clicca sull’immagine di ogni Candidato Consigliere per visualizzarne la relativa scheda

Fabiano Ricci, 47 anni Commerciante       Capannori

Angelica Nieri, 52 anni Dipendente Privata Segromigno in Piano

Sergio Raul Dell’Osso, 55 anni Giardiniere              Pieve San Paolo

Giuseppe Barone, 69 anni Pensionato                   Guamo

Alessandra Pecchia, 70 anni Pensionata                         San Ginese di Compito

Giovambattista Giambastiani, 51 anni Floricoltore Lammari

Maria Assunta Boschi, 51 anni Casalinga              Marlia

Gabriele Sani, 43 anni Dipendente Privato Segromigno in Piano

Antonio Egidio Tomei, 67 anni Pensionato                San Ginese di Compito

Mauro Paoletti, 50 anni Artigiano                         Santa Margherita

Tiziana Di Ricco, 54 anni Dipendente Privata      Lammari

Matteo Mencarini, 23 anni Studente Giurisprudenza Lammari

Maria Cristina Franceschini, 50 anni Casalinga          Massa Macinaia

Franco Lombardi, 61 anni Dipendente Privato            San Ginese di Compito

Sandro Intotero, 50 Anni Dipendente Privato Altopascio

Contribuisci al Cambiamento

Donazioni

Gentile concittadina, caro concittadino, il Movimento 5 Stelle  preferisce non avere grandi finanziatori di campagne elettorali, preferisce avere un piccolo contributo dai suoi sostenitori e cercare di condurre campagne elettorali nel segno della frugalità. Il M5S, inoltre, anche laddove siano previsti, rinuncia ai rimborsi elettorali ad ogni elezione di qualsiasi livello. La campagna elettorale, pur condotta con parsimonia, ha comunque un costo e per questo oggi ti chiediamo, se puoi, di dare un piccolo contributo finanziario al cambiamento.

CONTATTI

All Right Reserved.

Site Made By Fabiano Ricci.